La candela

Con questo nome si individuano tutti i tiri in cui la bilia avversaria si trova nei pressi del castello e viene raggiunta dalla battente facendo prima colpire a questa la sponda corta. La battente, ovviamente, deve trovarsi nella metà opposta del tavolo, altrimenti ci si potrebbe limitare a un tiro diretto.

La candela si può effettuare in diverse modalità. È possibile, infatti, tirare cercando la precisione per far fermare le bilie ai lati opposti rispetto al castello, oppure cercare di attraversare più volte il castello con un tiro a tre passate (efficace soprattutto nella Goriziana). Nel secondo caso, bisognerà rispettare due condizioni: la bilia avversaria dovrà essere colpita in pieno in modo da non far allontanare la battente e dovrà trovarsi a non più di un diamante di distanza dalla sponda corta per facilitare il corretto contatto con la battente.

La forza del tiro va ovviamente dosata in base al numero di passate che vorremo effettuare. Se cerchiamo il tiro a una passata, usiamo anche il colpo in testa, avviciniamo il ponticello alla battente e cerchiamo di far arrestare la bilia avversaria poco dopo aver attraversato il castello.

Se invece cerchiamo il tiro a tre passate (che viene in gergo definito tiro di calcio), utile quando ad esempio vogliamo trovare il contatto con il pallino, oltre a bilia in pieno e colpo in testa, dovremo sempre tirare con forza sufficiente a lasciare le bilie ai lati opposti del tavolo.

Quando la bilia avversaria si trova, rispetto alla sponda corta, a una distanza maggiore di un diamante, si ricorre alla candela con effetto. In questo caso, l’effetto è necessario per correggere la direzione della battente e permetterle di impattare in pieno con l’avversaria. Se riusciamo a colpire bene, infatti, non correremo il rischio di finire sui birilli con la battente. La scelta tra effetto a destra o a sinistra dipende ovviamente dalla posizione delle bilie e da quanto vogliamo stringere o allargare la traiettoria della battente, mentre la forza del tiro è sempre legata al numero di passate che vogliamo effettuare e alla posizione del pallino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.