Una sponda al volo

Il tiro di una sponda al volo spesso e volentieri rappresenta la classica ultima spiaggia e vi si fa ricorso solo quando nessuna delle altre opzioni è ritenuta sufficientemente valida. Si tratta per di più di un tiro piuttosto scomodo, poiché richiede tantissima precisione e un errore anche piccolo può produrre risultati disastrosi, soprattutto se la bilia avversaria è lontana dalla sponda. In questo tiro, inoltre, è necessario dosare alla perfezione alla forza. La posizione tipica del tiro a una sponda al volo è quella con le bilie poste di fronte alla sponda corta ma ai lati opposti rispetto al castello.

L’esecuzione di questo tiro, comunque, varia molto in base alla posizione delle bilie e starà al giocatore capire quanto e quale effetto utilizzare e quale rotazione imprimere alla battente. Il giocatore, poi, deve capire il lato migliore su cui tirare: in genere, è meglio preferire il lato in cui la bilia avversaria è più vicina alla sponda lunga. In questo modo, sarà meno facile mancare il colpo. I giocatori meno esperti compiono spesso proprio l’errore di tirare sul lato più vicino alla battente.

I casi adatti per la scelta di questo tiro sono numerosi. Il caso tipico è quello in cui la bilia avversaria, colpita su uno dei lati, con effetto buono e colpo in testa oppure (quando si trova lontana dalla sponda corta) in pieno, con colpo in testa e leggero effetto buono, compie un tragitto di tre sponde prima di colpire il castello. Il tiro a tre sponde (dopo l’urto con la battente) è una soluzione valida anche quando la bilia avversaria è molto vicina alla sponda lunga: in queste situazioni è facile colpirla piena, mentre la battente deve essere colpita in testa con effetto buono.

Se la bilia avversaria invece è vicina alla sponda corta, spesso si sceglie di farla battere su sponda corta e sponda lunga, colpendo la battente in testa con un po’ di effetto buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.