Il traversino (indiretto)

Anche il traversino può essere giocato di sponda. Nelle sue dinamiche, questo tiro ricorda molte le caratteristiche della candela, con la rilevante differenza che il traversino si gioca tirando sulla sponda lunga. Anche in questo caso, infatti, la bilia avversaria si dovrà trovare nei pressi del castello e la battente dal lato opposto. Tirando a una sola passata, colpiremo la battente in testa e l’avversaria in pieno, debolmente e avvicinando il ponticello alla bilia. In questo modo, dovremmo ottenere punti e una rimanenza molto antipatica per il nostro avversario.

Quando la bilia avversaria si trova praticamente sopra la linea di mezzeria, è necessario invece usare l’effetto: senza di esso, infatti, non potremmo colpire la bilia avversaria in pieno e non riusciremmo né a raggiungere il centro del castello né a ottenere una buona rimanenza. In questo caso la battente dovrebbe essere colpita in pancia.

Un altro caso di traversino piuttosto frequente è quando ci troviamo con la bilia avversaria vicina alla sponda lunga. In questo caso, per prendere una maggiore porzione di bilia è consigliabile ricorrere a una buona dose di effetto buono in modo da allargare il più possibile la traiettoria: in questo modo, infatti, anche se non riusciremo a colpire i birilli avremo sempre una buona rimanenza, mentre se facessimo ricorso a una traiettoria più stretta potremmo lasciare un tiro facile all’avversario.

Infine, un’altra soluzione piuttosto classica è quella del traversino a tre passate. Consideriamo come posizione di partenza sempre quella con la bilia avversaria di fronte la sponda lunga (più o meno allineata con la fila centrale dei birilli) e la battente più in basso, a ore quattro rispetto al castello. Tiriamo forte, con effetto massimo e cerchiamo di colpire la bilia avversaria in pieno per farle attraversare il castello tre volte e trovare una buona rimanenza.

Il Traversino indiretto viene in soccorso dei giocatori anche in un’altra situazione piuttosto problematica, cioè quando le bilie sono poste parallelamente rispetto alla sponda corta. Per provare a spedire la bilia avversaria sul castello dovremo colpire a una sponda di calcio, bilia avversaria toccata in finezza e battente in pancia o con leggero colpo sotto. La forza dovrà permettere alla battente di colpire, dopo l’impatto con l’avversaria, la sponda lunga e depositarsi vicino alla sponda corta. In ogni caso, le soluzioni per il traversino sono molto numerose ed è possibile giocarlo anche a due passate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.